Clicca qui per visitare il nuovo sito della FONDAZIONE CASTELPERGINE ONLUS

La FONDAZIONE CASTELPERGINE Onlus è stata costituita per acquistare, conservare, valorizzare e aprire alla comunità il castello medievale di Pergine, uno dei più significativi esempi di architettura gotica nel cuore del Trentino, in uno straordinario contesto naturale e paesaggistico, ambiente ideale per l’arte, la cultura, il soggiorno e magico contenitore di eventi.
Ha bisogno del sostegno e del contributo di tutti per la piena acquisizione del bene, per incrementare il patrimonio della Fondazione, per l’attuazione degli scopi statutari, ovvero il mantenimento e la valorizzazione del millenario maniero, di elevato interesse artistico e storico e per la promozione della cultura.
Per partecipare alla sottoscrizione del capitale sociale, versare il proprio contributo sul c/c bancario presso la Cassa Rurale Alta Valsugana:
IBAN IT 43 T 08178 35220 000000153176
BIC CCRTIT2T47A
Causale: erogazione a favore della FONDAZIONE CASTELPERGINE Onlus

Comunicato del 28 AGOSTO 2018

PASSO DOPO PASSO
Il passo questa volta è una falcata: la FONDAZIONE CASTELPERGINE onlus ha ottenuto il contributo provinciale. Non è una meta, ma solo una importante tappa nel cammino di acquisizione del bene. Ci dobbiamo impegnare (tutti!) a raccogliere nuove sottoscrizioni per condividere e partecipare in tanti questo incredibile progetto.

COMUNICATO DEL COMITATO CASTEL PERGINE, 9 AGOSTO 2018

Il Comitato Castel Pergine è lieto di annunciare che all’esito della lunga negoziazione fra i rappresentanti del Comitato e le proprietarie del castello si è giunti alla sottoscrizione del preliminare di acquisto del Castello di Pergine in data 25 marzo 2018.

Prenditi cura del patrimonio storico, artistico, architettonico e paesaggistico che ti circonda!

Partecipa alla sottoscrizione popolare per l’acquisto del Castello di Pergine

  • proprietà comunitaria gestita da una Fondazione
  • patrimonio storico da conservare e curare
  • luogo di lavoro e cultura
  • modello per il futuro del patrimonio storico, artistico, architettonico

Il Castello di Pergine è in vendita

Vogliamo che uno dei simboli di Pergine, della Valsugana e del Trentino, luogo di cultura, arte, storia e ospitalità rimanga di tutti e per tutti.

Cosa possiamo fare?

Il Castello di Pergine è in vendita. Molti cittadini sono preoccupati per il suo destino, consapevoli che potrebbe mancare il suo protagonismo nell’ospitalità, nella cultura, nella stessa immagine identitaria della città e della valle o restare una cartolina inaccessibile.
Ma insieme si può decidere che deve rimanere aperto, fruibile da tutti, luogo d’arte, testimone della storia, dove passeggiare, stare con gli amici, mangiare del buon cibo, viverlo rispettandolo come esplicitamente chiesero gli amministratori che lo vendettero a Mario Oss nel 1956 e come la famiglia Oss fece da allora a oggi, curandone i restauri, promuovendone il ruolo turistico, creando un contesto unico per l’arte, la cultura e l’ospitalità.

Abbiamo raggiunto un’intesa con gli eredi di Mario Oss e costituito un comitato di scopo per acquistare il Castello di Pergine tramite una sottoscrizione popolare, con l’obiettivo di creare una fondazione per gestire responsabilmente questo bene.

Il compito che ci attende è difficile: dobbiamo raccogliere sottoscrizioni con l’aiuto dei cittadini e delle istituzioni pubbliche e private, di aziende e istituti di credito che ci hanno già manifestato il loro sostegno. Solo assieme, mettendoci tutti di buona volontà, ognuno per quello che può, possiamo farcela.

Sarà tutto trasparente, ogni passo sarà documentato e visibile sul sito internet.

Cosa possono fare le cittadine e i cittadini sensibili e responsabili?

Versare quello che è nelle loro disponibilità.

Donare tempo per parlare con gli altri e sostenere il progetto, diventandone cantastorie.

Mettersi a disposizione del comitato per aiutare nella promozione.

I sogni possono avverarsi se supportati dal comune impegno.

Il nostro sogno può essere contagioso e diventare esempio per altre realtà.

Proviamoci